La sentenza è il provvedimento preso dal magistrato al termine della causa. In nome del popolo italiano, egli, previa adeguata e circostanziata motivazione sulle ragioni della propria decisione, stabilisce, in sostanza, chi ha ragione o meno, indicando, ad esempio, con precisione l’ammontare del risarcimento dovuto oppure, esemplificativamente, se si ha diritto alla pretesa creditoria avanzata. Il giudice, infine, stabilisce l’ammontare delle spese legali dovute dalla parte soccombente.

Tecnicamente, la sentenza è un titolo esecutivo, così come lo è la cartella esattoriale. Essa, infatti, pur se non definitiva, è per legge provvisoriamente esecutiva e pertanto, sulla base della predetta sentenza, è possibile avviare un’azione esecutiva, costringendo il debitore a pagare, pur quando non sia collaborativo.

« Back to Glossary Index
Category :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *