cosa pignorare al debitore pignorare pignoramento

Cosa si può pignorare al debitore per recuperare un credito?

Ecco cosa un creditore può pignorare al debitore per recuperare il proprio credito: beni mobili, beni immobili e crediti del debitore.

Tre sono infatti le forme di esecuzione forzata, i tipi di pignoramento:

Pignoramento dei beni mobili

Il pignoramento dei beni mobili del debitore si concretizza, ad esempio, quando il creditore pignora i quadri, il divano, la poltrona, il televisore, i gioielli, o addirittura il denaro liquido, in contanti, detenuto dal debitore in cassaforte o  addirittura nella cassa dell’impresa. Il pignoramento dei beni mobili è ritenuto una procedura per recupero crediti veloce ed economica, ma dagli esiti incerti. Dopo il pignoramento dei beni mobili, infatti, gli oggetti pignorati, affinché il credito trovi soddisfazione, devono essere venduti all’asta, fatta eccezione per il caso in cui il creditore ne chieda l’assegnazione diretta, ma ciò avviene raramente.

Pignoramento dei beni immobili

Il pignoramento dei beni immobili intestati al debitore, come ad esempio una casa, un garage, un terreno… è ritenuta una procedura perlopiù costosa e lunga, considerato che può durare anche alcuni anni. Anche nel caso del pignoramento immobiliare è necessario che il bene pignorato, una volta all’asta, venga venduto. Si considerò però che, contrariamente ai beni mobili, gli immobili pignorati sono considerati più appetibili ai potenziali acquirenti. Il pignoramento immobiliare, inoltre, è talvolta di stimolo per il debitore ad adempiere alle proprie obbligazioni. Se il creditore è Equitalia, la prima casa è impignorabile.

Pignoramento dei crediti del debitore

Il pignoramento dei crediti del debitore, come la busta paga, il conto corrente bancario o il conto corrente in posta, la pensione, le fatture emesse e non ancora incassate… è considerata la procedura per recupero più sicura in quanto, una volta accertata l’esistenza del credito in capo al debitore, l’esito del pignoramento è certo. I tempi dipendono prevalentemente dal Tribunale competente e possono arrivare anche 18 mesi. In data relativamente recente, sono state modificate le regole sul pignoramento del conto corrente, sul pignoramento della pensione e sul pignoramento dello stipendio in busta paga.

Come stabilire cosa pignorare al debitore?

Per non pignorare alla cieca, è sempre consigliabile richiedere informazioni per recupero crediti a società in possesso di regolare Licenza Prefettizia.

ServiziAvvocatiAziende, partner di Servizisicuri.com, dispone di un’organizzazione con consolidata esperienza nei settori del recupero crediti stragiudiziale e delle informazioni per recupero crediti. ServiziAvvocatiAziende inoltre, grazie alla partnership con i più esperti Studi Legali in materia di recupero crediti giudiziale, è in grado di soddisfare ogni esigenza di recupero crediti.

Per maggiori informazioni su cosa pignorare al tuo debitore ed un preventivo personalizzato, clicca qui o chiama il 3518543411

2 thoughts on “Cosa posso pignorare al debitore?”

  1. Mi complimento per la sua professionalità, e per la chiarezza con la quale spiega questi argomenti, che purtroppo riguardano molti di noi “creditori”……
    Continui così, sta rendendo veramente un bel servizio, ma sopratutto utilissimo sotto tutti i punti di vista.

Comments are closed.